Home page   Notizie   Sportello contatti   Mappa di navigazione   Eventi on line

La storia

 

Il progetto Artemide
 

Il progetto Artemide è stato approvato e finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Pari Opportunità e avviato nel 2009. 

Il Progetto Artemide aveva per finalità di offrire aiuto alle donne che subiscono violenza in ambito familiare, sostenendo l’emersione del fenomeno e la soluzione dello stesso, attraverso strumenti omogenei, condivisi e creati “da e per” tutto il territorio. Attraverso il progetto è stata costruita una rete interistituzionale per il sostegno delle donne vittime di violenza familiare, per favorire l’emersione del fenomeno, troppo spesso sottostimato, partendo dalla voce delle donne stesse.
 
Il progetto ha attivato le seguenti iniziative: 

a) Indagine relativa alla sensibilità/cultura degli operatori ed ai bisogni delle donne 

b) Mappatura delle azioni in essere sul territorio 

c) Azione formativa rivolta ai decisori/operatori 

d) Modellizzazione e sviluppo di una rete di supporto basata sulle best practice 

e) Diffusione e promozione dell’iniziativa attraverso strumenti informativi ad hoc

 

Il progetto ha portato alla sottoscrizione di un protocollo di intesa tra i diversi soggetti coinvolti che: 

1) Stabilisce modalità e procedure con cui la donna oggetto di violenza possa trovare interlocutori affidabili e distribuiti sul territorio

2) Garantisce, da parte di tutti operatori del settore, un approccio al problema condiviso ed omogeneo 

3) Favorisce l’emersione del fenomeno attraverso l’offerta di servizi utilizzabili su tutto il territorio indipendentemente dalla residenza della vittima stessa 

 

 

Il progetto Diade


Il progetto Diade è realizzato nell'ambito dell'accordo di collaborazione sottoscritto con la Regione Lombardia per l'attivazione di servizi e iniziative finalizzate al contrasto e alla prevenzione della violenza sulle donne e alla protezione delle vittime di violenza (l.r.11/2012).

 

Gli obiettivi del progetto avviato nel 2014 sono:

  • Assicurare alle vittime di violenza di genere e ai loro figli l’avvio di percorsi personalizzati volti a favorire l’autonomia e l’indipendenza personale, sociale ed economica
  • Rafforzare i servizi specialistici a supporto delle donne e della Rete Artemide
  • Migliorare l’integrazione delle istituzioni e degli operatori della rete nella presa in carico congiunta delle singole donne e nella co-costruzione del progetto di fuoriuscita dalla violenza
     

Il progetto ha attivato le seguenti iniziative: 

a) Potenziamento del Cadom di Monza
b) Attivazione di 3 servizi territoriali di accoglienza a Brugherio, Lissone e Vimercate

c) Attivazione di progetti di presa incarico della donna e di équipe di rete su casi

d) Modellizzazione progettazione integrata

e) Definizione e costruzione di modalità di accoglienza strutturate ed omogenee delle donne che si rivolgono ai Pronto soccorso con problematiche espresse o sospette di maltrattamento (Percorso Rosa)
f) Supervisione, formazione e sensibilizzazione degli operatori della rete Artemide

 

Questa pagina è stata aggiornata il 29 maggio 2015

torna alla pagina precedente
cerca nel sito
motore di ricerca
area riservata
motore di ricerca
scegli la modalità
di visualizzazione

Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato  Visualizza i contenuti senza la presenza della struttura grafica
accessibilità
access key


Ufficio di Piano - Indirizzo: Via Guarenti, 2, Monza - Telefono: 039/28.32.811 - Fax: 039/28.32.852 - E-mail: ufficiodipiano@ambitodimonza.it

Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl - Copyright © 2007
Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a 
privacy